BLOG Uncategorized

Picasso, De Chirico e Morandi a Brescia

“Un collezzionismo d’arte silenzioso in città”, così possiamo definire la nuova mostra “Picasso, De Chirico, Morandi: 100 capolavori del XIX e XX secolo dalle collezioni private bresciane” ospitata da Palazzo Martinengo a Brescia.

Palazzo Martinengo Cesaresco Novarino, o meglio noto semplicemente come Palazzo Martinengo é uno dei palazzi nobiliari più affermati di Brescia, situato in Piazza del Foro a sud del Tempio Capitolino. Quest’anno il palazzo ospita la mostra “Picasso, De Chirico, Morandi: 100 capolavori del XIX e XX secolo dalle collezioni private bresciane”, a cura di Davide Dotti.

Quando si entra nel Palazzo, dal notevole fascino, sembra quasi di essere accolti all’interno di un’abitazione privata, nella quale, inaspettatamente potrete trovare capolavori di Picasso, De Chirico, Morandi e molti altri noti artisti. Il percorso espositivo propone al pubblico un viaggio tra i capolavori prima conservati nelle più note dimore private della provincia di Brescia. Si prosegue quindi una “linea” ovvero un indagine sul collezionismo bresciano, già avviata nel 2014 quando in mostra furono esposte opere di Romanino, Moretto, Savoldo e Ceruti.

DSCF3753

Le opere d’arte prese in considerazione per questo evento sono state eseguite tra il XIX e il XX secolo. L’opera “focus” della mostra è sicuramente “Natura morta con testa di toro” di Pablo Picasso datata 1942, un’opera inedita, mai esposta fino ad ora. Il percorso espositivo si sviluppa in salette su piani diversi del palazzo. Si apre mettendo in mostra opere di artisti del Neoclassicismo come Vanti, Basiletti, Appiani, fino a sfociare nell’arte informale di Burri, Manzoni, Vedova e Fontana degli anni cinquanta e sessanta del Novecento.

DSCF3759

La mostra è sicuramente un viaggio attraverso correnti e movimenti artistici differenti, dal Futurismo al Romanticismo, dalla Metafisica al Ritorno all’Ordine. Ovviamente si potranno ammirare anche le opere di artisti “Made in Brescia” quali Filippini, Inganni, Berlotti fino a Rizzi. Questi hanno rappresentato da sempre la gloria della scuola pittorica bresciana dell’Ottocento. Nell’esposizione trovano spazio anche alcuni grandi maestri del Novecento che hanno fatto da colonne portanti ai vari movimenti e correnti artistiche, come Balla, Boccioni, Morandi, Sironi, Burri, Manzoni e Fontana. L’intento di questi ultimi artisti era sicuramente quello di creare una nuova via espressiva, senza coinvolgere la forma e preferendo un’arte quasi astratta. Le loro opere sono pura gestualità, dalla pennellata, al taglio nella tela. Un nuovo modo di fare arte che si svuota di qualsiasi valore formale e si esaurisce nell’atto stesso della creazione. La Rivoluzione estetica compiuta da questi maestri arriva finalmente anche nella città di Brescia. Una rivoluzione che ha influenzato una grande fetta della produzione artistica dei decenni successivi e tutt’oggi rimane fonte di ispirazione per l’arte contemporanea stessa.

palazzo-martinengo-2

DSCF3747

Dal 20 gennaio al 10 giugno 2018, Palazzo Martinengo diventa un archivio, un templio in cui vengono racchiuse una raffinata selezione di capolavori dal valore storico-artistico ritrovare dalle abili mani del curatore e dalla collaborazione delle famiglie bresciane appassionate di collezionismo, che, quadro dopo quadro, hanno creato una raccolta di importanza museale unica nel suo genere.

Orari:

Da Mercoledì a Venerdì – 9:00 – 17:30

Sabato, Domenica e Festivi – 10:00 – 20:00

Lunedì e Martedì – chiuso

Biglietti:

Intero 11,50 €

Ridotto 9,50 €

Info:

http://amicimartinengo.it

 

The Bow ©

C.B

Immagine correlata

 

“A collection of silent art in the city”, so we can define the new exhibition “Picasso, De Chirico, Morandi: 100 masterpieces of the nineteenth and twentieth century from the private collections of Brescia” hosted by Palazzo Martinengo in Brescia.

Palazzo Martinengo Cesaresco Novarino, or better known simply as Palazzo Martinengo is one of the most established noble palaces of Brescia, located in Piazza del Foro south of the Capitoline Temple. This year the building hosts the exhibition “Picasso, De Chirico, Morandi: 100 masterpieces of the nineteenth and twentieth century from the private collections of Brescia”, curated by Davide Dotti.

When you enter the Palace, with its remarkable charm, it almost seems to be welcomed inside a private home, in which, unexpectedly you will find masterpieces by Picasso, De Chirico, Morandi and many other well-known artists. The exhibition itinerary offers the public a journey through the masterpieces previously preserved in the most famous private residences of the province of Brescia. We then proceed with a “line” that is a survey on the Brescia collection, already started in 2014 when the exhibit was exhibited works by Romanino, Moretto, Savoldo and Ceruti.

The works of art taken into consideration for this event were made between the 19th and 20th centuries. The “focus” work of the exhibition is certainly “Still life with a bull’s head” by Pablo Picasso dated 1942, an unpublished work, never exhibited until now. The exhibition path develops in rooms on different floors of the building. It opens by showcasing works by artists of Neoclassicism such as Vanti, Basiletti, Appiani, to the point of flowing into the informal art of Burri, Manzoni, Vedova and Fontana from the fifties and sixties of the twentieth century.

The exhibition is certainly a journey through different artistic movements and movements, from Futurism to Romanticism, from Metaphysics to Return to the Order. Obviously you can also admire the works of artists “Made in Brescia” such as Filippini, Inganni, Berlotti up to Rizzi. These have always represented the glory of the Brescian painting school of the nineteenth century. In the exhibition there are also some great masters of the twentieth century who have been the pillars of various movements and artistic currents, such as Balla, Boccioni, Morandi, Sironi, Burri, Manzoni and Fontana. The intent of these last artists was certainly to create a new way of expression, without involving the form and preferring an almost abstract art. Their works are pure gestures, from the brushstroke to the cut in the canvas. A new way of making art that is emptied of any formal value and is exhausted in the very act of creation. The aesthetic revolution accomplished by these masters finally arrives also in the city of Brescia. A revolution that has influenced a large part of the artistic production of the following decades and still remains a source of inspiration for contemporary art itself.

From January 20 to June 10, 2018, Palazzo Martinengo becomes an archive, a templar in which are contained a fine selection of masterpieces of historical and artistic value rediscovered by the skilled hands of the curator and the collaboration of Brescian families passionate about collecting, which, after framework, have created a collection of unique museum importance in its kind.

Timetables:
Wednesday to Friday – 9.00am – 5.30pm
Saturday, Sunday and holidays – 10:00 – 20:00
Monday and Tuesday – closed

Tickets:
Full € 11.50
Reduced € 9.50

Info:
http://amicimartinengo.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...